Site Requires Javascript - turn on javascript!

Cinque modi per trovare un lavoro durante le vacanze in Australia

Cinque modi per trovare un lavoro in Australia

Se hai deciso di prenderti una pausa nel corso del  tuo  viaggio in Australia, o quanto meno di guadagnarti qualcosa mentre aggiorni il curriculum, niente di meglio di una vacanza-lavoro per immergerti appieno nell’"Australian way of life".


di Jonathan Porter

Dal preparare cocktail in un city bar alla moda al radunare la mandria in una fattoria di 10.000 ettari nel Queensland, fino ad accompagnare i subacquei alla Grande Barriera Corallina a bordo di una barca, sono davvero migliaia le possibilità di occupazione a tua disposizione durante una vacanza-lavoro in Australia.

Nel 2015, sono stati oltre 200.000 i visitatori che hanno usufruito dei vantaggi derivanti dalle diverse tipologie di visto per vacanze-lavoro, che consentono alle persone di età compresa tra i 18 e i 30 anni, provenienti dai paesi ammissibili, di lavorare fino a un anno durante il periodo di soggiorno in Australia e fino a due anni nel caso si svolga un’attività in un’area rurale per parte del tempo consentito.

Turisti provenienti da paesi molto diversi tra loro, quali Regno Unito, Taiwan, Germania, Corea del Sud e Francia, svolgono attivamente il loro lavoro in giro per l'Australia, godendosi le sue spiagge, la sua vivace vita notturna e i suoi paesaggi indimenticabili.

Ecco qui i cinque modi principali per assicurarsi un lavoro durante una vacanza in Australia.

1. Lavoro Garantito All’arrivo

Questa modalità rappresenta la soluzione ideale per i più giovani, per chi si reca per la prima volta in Australia e/o per chi viaggia da solo/a. Potresti cercare una posizione come ragazzo/a alla pari con l’AIFS, una sistemazione come apprendista in qualche fattoria oppure, ancora, fermarsi a lavorare in qualche resort turistico. In tal caso, l’agenzia specializzata per questo tipo di viaggi è Australian Working Adventures, che ha aiutato oltre 10.000 turisti a trovare lavoro.

Come regola generale, si viene prelevati e accompagnati direttamente in aeroporto, vengono garantiti vitto e alloggio come parte accessoria della propria paga e viene assicurata l’attività presso un’unica location, con la certezza di essere ancora immersi nell’“Australian way of life” e di rimanere a contatto con la gente del posto.

2. Supporto In Loco Per La Ricerca Di Occupazione

Si tratta di un approccio più flessibile, che offre soggiorni brevi e supporto nella ricerca di occupazione. Ad esempio, è possibile soggiornare da due a sette giorni a Sidney ed entrare in contatto con datori di lavoro locali e con la garanzia dei transfer aeroportuali.

Si tratta di un modo eccellente di viaggiare in Australia, lavorare e avere un assaggio delle differenti regioni, e magari prendere in considerazione perfino l’idea di una permanenza più lunga.

Base Backpackers, Work n Holiday, e Travel Co sono organizzazioni specializzate in questo tipo di supporto in stile “fiera del lavoro”. Offrono pacchetti differenti, ma tutti con la possibilità di farti avere accesso a lavori in aree che vanno dalla raccolta della frutta all’informatica all’edilizia, e l’aiuto da essi fornito è a 360°, dal rintracciare il party più trendy della città all’apertura di un conto bancario fino al reperire la SIM card per il cellulare. Ti aiuteranno perfino a ottenere certificati per gli scambi scontati e rimborsi fiscali al momento di tornare a casa.

3. Partire Di Slancio, Con Un’app Dedicata

Utilizza app come iBackpacker, oppure siti web quali Backpacker Job Board, entrambi i quali hanno come target specifico proprio i turisti-lavoratori. iBackpacker è un’app di semplice utilizzo che ti mette in contatto con datori di lavoro in ogni parte d’Australia. È sufficiente inserire i tuoi dati, le tue preferenze lavorative e la città o lo stato in cui desidereresti lavorare, e poi entrare in contatto con migliaia di potenziali datori di lavoro.

Dalla raccolta della frutta al lavoro nei locali al marketing, potrai trovare un lavoro adatto a te e ben remunerato. Per saperne di più, vai su ibackpacker.com.au o scarica l’app iiBackpacker da Google App su iTunes. Questi servizi ti permetteranno di avere accesso alle attività cercando specificamente alla voce dipendenti per vacanze di lavoro. Comunque, dovrai contattare i datori di lavoro e gestire fiscalità e altri documenti in prima persona.

4. Avere Un Lavoro Prima Di Partire

Una soluzione adatta a te potrebbe essere contattare dei datori di lavoro australiani e avere già un’occupazione al momento del tuo arrivo. Si tratta di un programma perfetto se sei un viaggiatore serio ed esperto, che sa quello che vuole: senza lavoro, niente viaggio. Allo stesso modo, è una soluzione ideale nel caso di lavoratori specializzati con un percorso lavorativo specifico o con obiettivi di sviluppo professionale da raggiungere nel corso del soggiorno in Australia.

Un tale approccio permette di organizzare una sistemazione personale e i propri tempi morti vivendo come la gente del posto e immergendosi nello stile di vita del Paese. I motori per la ricerca di lavoro australiani Seek e Career One costituiranno un ottimo punto di partenza oppure, in alternativa, è possibile reperire un’agenzia di collocamento che operi nel proprio campo di attività.

5. Trovare Lavoro In Corso D’opera

Per quanti preferiscono un approccio al viaggio libero da vincoli, è possibile trovarsi un alloggio e contattare gli uffici di collocamento o seguire le segnalazioni direttamente sul posto. Un tale approccio basato sulla buona sorte potrebbe comportare anche una dose elevata – nel senso letterale del termine – di avventura, magari portandoti a lavorare come addetto agli impianti di risalita in qualche comprensorio sciistico nazionale. Oppure potresti preferire la guida di un tour organizzato su un’isola scarsamente popolata al largo della Tasmania, oppure far parte dell’equipaggio di uno yacht in rotta per le isole Whitsunday.

Questo è l’approccio giusto per te qualora il viaggio sia più importante della destinazione e nel caso in cui il tipo di lavoro che svolgi o il tuo conto in banca abbiano un peso minore rispetto alla possibilità di visitare l’Australia in molti modi differenti.

Le segnalazioni potrebbero essere rintracciabili ovunque, ragion per cui alloggia in un ostello YHA e controlla la bacheca degli annunci, trova lavoro come barista e tieni le orecchie aperte, continuando contemporaneamente a seguire le offerte di lavoro su Seek e Career One.

Esiste anche l’Harvest Trail (Via del raccolto) nazionale. Il governo australiano ha compilato una Guida al raccolto per i viaggiatori che desiderano aiutare a raccogliere i frutti abbondanti di un Paese ricco ma lievemente affamato di manodopera. La guida elenca i periodi di raccolta di particolari coltivazioni e la città o il paese più vicino.

Che si desideri dare una mano durante la vendemmia sulle colline di Adelaide, recidere fiori a Sidney o raccogliere  ananas lungo la Sunshine Coast, l’Harvest Trail offre la possibilità di lavorare in Australia 365 giorni all’anno.

STORIE PIÙ POPOLARI

INFORMAZIONI SUL VISTO