Site Requires Javascript - turn on javascript!

Da Perth a Esperance in 13 giorni

Preparati ad affrontare un viaggio spettacolare di oltre 100 chilometri tra le bellissime spiagge e foreste dell'Australia sud occidentale.  


 COSA ASPETTARSI

  •  Vivi l'esperienza di foreste imponenti, dune bianche, baie appartate e spiagge immacolate.
  • L'avventura è là fuori, dall'immersione nelle profondità delle nostre acque tranquille all'ascensione in elicottero per godere di una vista mozzafiato. 
  • Immergiti nella cultura indigena con il Koomal Dreaming Twilight Didgeridoo Cave Tour a Margaret River.

IL VIAGGIO IN PILLOLE

Durata: 13 giorni
Mezzo di trasporto: auto
Prezzo: $$

Lasciati conquistare dalla regione sud occidentale dell'Australia occidentale e scopri perché le zone costiere, la fauna selvatica e i panorami indimenticabili sono così dannatamente fra i più belli al mondo.

Questo itinerario sarà il tuo angelo custode fra l'effervescente città di Perth e le caratteristiche cittadine come Margaret River, Albany e Esperance. È una strada da sogni selvaggi, da uno scenario incredibile all'altro.


Giorno 1: alla scoperta di Perth

Non si poteva non cominciare dalla città più importante e, per farlo con stile, vai verso l'Elizabeth Quay per scoprire l'incredibile storia culturale di Perth con una crociera Derbal Yerrigan. Ti sentirai come il Grande Gatsby a bordo di questo traghetto eco-compatibile in stile anni '20, mentre ti viene raccontata la storia e la cultura del popolo Whadjuk del Derbal Yerrigan (noto anche come fiume Swan). Attraverso queste lenti immaginarie potrai vivere il loro legame con il fiume ed il paesaggio attraverso la loro lingua e le loro storie. Senza dubbio sarà un'esperienza che toccherà le corde giuste della tua anima. Per un pernottamento senza fronzoli vai al City Perth Backpackers Hostels, a soli cinque minuti a piedi dai locali brulicanti di vita di Perth.


Giorno 2: scopri Fremantle

Fremantle, con la sua incredibile offerta culturale fatta di mercatini, gallerie d'arte e birrifici artigianali, ti farà letteralmente uscire gli occhi dalle orbite.

Dopodiché, ti sfidiamo a mantenere il sangue freddo mentre la luce del tramonto inonda la stupenda sabbia bianca di Bathers Beach. "Freo", così come la chiamano quelli del posto, è nota per il suo spirito libertino, hippie e alternativo, è un'orgia infinita di arte, musica, performance, pittura oltre a arte e sculture indigene.

Freo è anche la patria della birra artigianale nell'Australia occidentale. Tutti i birrifici offrono anche da mangiare e un'atmosfera che ti farà dimenticare i piani per il futuro per goderti il presente di un lungo, lunghissimo pranzo. Se tutto ciò non ti attizza, banchetta a base di fish and chips al porto dei pescatori di Fremantle.

Una volta satollo di buon cibo, birra e chiacchiere, buttati nel letto del Fremantle Beach Backpackers. Situato nel cuore di Fremantle, sarai circondato da ristoranti, piano bar, caffetterie e bar. Lo scenario perfetto per la tua prossima sbronza.


Giorno 3: nuota con gli amichevoli delfini di Rockingham

È mattina. Alza le chiappe e vai verso Rockingham per incontrare centinaia di amichevoli tursiopi. Così, non ti mancheranno mai più gli amici.

La Rockingham Wild Encounters gestisce la Swim with Wild Dolphins Cruise dal 1989, così stai certo che nel campo dei delfini sono delle vere autorità. Nelle acque riparate della baia e delle isole di Rockingham vivono oltre 200 tursiopi. Ci sono momenti che possono anche sciogliere il cuore della persona più insensibile, come la mamma che allatta i suoi cuccioli. Inoltre, puoi imparare nozioni che ti faranno fare un figurone alla tua prossima cena, come il fatto che i tursiopi usano le pastinache per catturare le loro prede. Potrai anche imparare qualche trucchetto da usare sulla tua prossima fiamma di Tinder, del resto, è quello il momento per i maschi di mostrare alle femmine le loro mosse migliori. 


Giorno 4: in direzione sud, verso la Mecca del surf

Sulla strada verso Margaret River, non mancare di buttare un occhio verso The Big Orange, la più importante attrattiva della città di Harvey. Questo bestione merita una Instagram Story perché chi è che non rimarrà di stucco quando vedrà un'enorme scultura di frutta?

Prosegui poi il tuo viaggio verso Bunbury, la terza città più grande dell'Australia occidentale. E se per un attimo ti fossi preoccupato di non aver visto abbastanza delfini, Bunbury è nota anche per i suoi tursiopi allo stato brado nella Baia di Koombana.

La tua prossima tappa è a Busselton, dove potrai passeggiare sul molo in legno più lungo dell'emisfero australe. È l'occasione per un'affascinante passeggiata di quasi 2 chilometri attraverso l'oceano che bagna Geographe Bay.

Si dice che l'importante è tenersi le carte migliori alla fine, in camera da letto e in viaggio, ed è per questo che Margaret River è la conclusione del tuo peregrinare giornaliero. Questo angolo di Australia è noto in tutto il mondo per la sua offerta enogastronomica. Quindi, prepara il tuo palato agli straordinari perché hai oltre 120 case vinicole da provare. Oltre ai vini, la regione è famosa per le spiagge dove surfare sull'Oceano Indiano, oltre agli spettacolari percorsi in mountain bike e kayak. Evvvvaaaaiiii!

Quando arriva il momento di appendere il tuo zaino, prenota un letto al YHA Margaret River.


Giorno 5: avventure a Margaret River

Preparati a darti alla macchia, letteralmente. Con centinaia di chilometri di costa solcata da terre aspre e selvagge, la regione di Margaret River è piena di chicce tutte da esplorare a mappa rigorosamente chiusa.

Ripassa tutte le mosse e prendi una lezione di surf, perché questa regione vanta le onde fra le più regolari e cazzute al mondo. Non è un caso quindi che ad aprile, i migliori surfisti professionisti del mondo si danno appuntamento a Margaret River per le competizioni del World Surf League Margaret River Pro.

Figliolo, allacciati quegli scarponi perché stai per affrontare dei sentieri da urlo lungo l'iconico Cape to Cape Track. Sono 135 chilometri di aspra bellezza lungo il crinale di Leeuwin-Naturaliste, fra i pittoreschi fari di Capo Naturaliste e Capo Leeuwin. Lascia che le tue pupille si godano lo spettacolo di panorami costieri e boschivi di inusitata bellezza, in un susseguirsi di formazioni geologiche di grande interesse come scogliere, grotte, promontori e formazioni rocciose, incastonate in uno scenario in continuo mutamento di piante e fiori selvatici.


Giorno 6: la Margaret River indigena

Datti una sistemata e preparati a ripartire, perché di strada da fare ce n'è ancora tanta.

Unisciti al Koomal Dreaming Twilight Didgeridoo Cave Tour per una camminata nella natura in compagnia di Josh Whiteland, la leggenda locale del popolo Wadandi, oltre ad essere un grande esperto di piante medicinali e sopraffino suonatore di didgeridoo, da ascoltare dentro una grotta.

Al tramonto, puoi vivere uno dei segreti meglio custoditi del Sud Ovest, ovvero, un'escursione guidata in canoa lungo il fiume Margaret. Acqua in bocca, per l'appunto. O, se preferisci, rilassati con un birretta mentre ammiri il tramonto sull'Oceano Indiano presso il Surfer’s Point a Prevelly.


Giorno 7: banchetta a Margaret River

Esiste un modo migliore per recuperare dai quadricipiti in fiamme delle ricercate cantine ebirrifici artigianali di Margaret River? Secondo noi, sono meglio di qualsiasi massaggio.

L'aria pura e i molteplici microclimi fanno sì che ogni vino sia letteralmente unico, come ogni donna. Versa, annusa, rotea, assaggia e sputa come se non ci fosse un domani, attraverso la regione di Margaret River, rinomata per i suoi vini. L'atmosfera è allo stesso tempo ricercata e rilassata, così non ti sentirai un cretino se non riesci a capire la differenza fra uno chardonnay e un riesling. Ma quando hai paesaggi rurali, vinicoli e costieri di tale bellezza, è facile confondersi su cosa sia meglio, se il viaggio o la destinazione.

Nel tardo pomeriggio, avviati verso la Settlers Tavern. Come suggerisce il nome, è un locale movimentato con un bel cortile esterno, musica dal vivo, gastronomia da pub e le birre artigianali locali alla spina.


Giorno 8: l'incontaminata landa selvaggia a Walpole

Torna in macchina e punta verso Walpole, passando per Nannup e Pemberton. Questi ultimi sono i classici paesini rurali che ti faranno sentire come un passeggero della DeLorean di Ritorno al Futuro. Non scherziamo mica, perché Nannup è noto anche come il "Villaggio Giardino" in onore dei suoi splendidi giardini oltre che ad essere la sede dell'annuale Nannup Music Festival, in cartellone ogni weekend lungo di marzo per ospitare le magiche note di artisti nazionali ed internazionali. Le foreste di Karri a Pemberton sono piene di attività all'aperto. Pensa solo alle escursioni in mountain bike, i sentieri, le nuotate, i giri in canoa, le escursioni in 4x4 oltre al rinomato percorso ciclistico  Munda Biddi cycling trail.

Se invece ti senti drogato d'adrenalina, o semplicemente se hai qualcosa da dimostrare al mondo, puoi scalare i 61 metri del più grande eucalipto del mondo. Il Gloucester tree è un gigantesco albero di Karri con un posto di vedetta in cima, all'interno del Gloucester National Park vicino a Pemberton.

Prosegui verso Walpole, famosa per i suoi giganteschi alberi di Karri e Tingle all'interno di una foresta primordiale. Sono così alti ed enormi che l'area è stata rinominata La Valle dei Giganti. Questo è proprio quello di cui hai bisogno dopo una nottataccia: qualcosa di naturale e molto più grosso di te. Ci siamo capiti?

Passeggia sulla passerella circolare di 800 metri per capire veramente quanto sia monumentale la foresta.


Giorno 9: l'incredibile costa del Sud Ovest

C'è chi inizia la sua giornata con il caffè. Altri, la iniziano con una WOW Wilderness cruise. Preparati ad ammirare ancora più foreste di karri e tingle giganti che lambiscono i bordi di calette appartate, alture e un aspro litorale.

Dopo l'escursione in barca, prosegui verso Albany, facendo tappa nella città di Denmark , l'occasione perfetta per sgranchirsi le gambe. Questa cittadina è un gioiellino sulla cresta dell'Oceano antartico, incastonata delicatamente fra foreste di karri, eucalipti, jarrah e tingle, adagiata sulle sinuose sponde del fiume Denmark. Con le sue spiagge dalla sabbia bianca, onde da surf e colline alberate, vorresti solo sentirti libero di spassartela in mezzo ai campi.

Arrivato ad Albany, fai un salto al museo della caccia alla balena per conoscere la storia della città, oppure imbarcati su un'escursione in barca per portare i tuoi rispetti alle balene in prima persona.


Giorno 10: la storia dei battaglioni ANZAC ad Albany

Dopo il tuo rituale mattutino, a 40 minuti d'auto trovi la Granite Skywalk, una passerella sospesa che cinge a spirale il gigantesco spuntone di granito per raggiungerne la cima. A tutti i pigroni alla lettura, ricredetevi e vedrete la luce. L'escursione regala visuali a perdita d'occhio del parco e delle sinuose coltivazioni che arrivano fino ad Albany sulla costa meridionale, con una vista dei monti Gardner e Manypeaks verso sud est. In più, da agosto e settembre potrai ammirare orchidee e fiori di campo.

Ritorna ad Albany per il pomeriggio e, se ti è rimasta benzina in corpo, esplora un po' la città. Lo sapevi che Albany è stato teatro del primo sbarco da parte dei coloni europei nell'Australia occidentale? O che da qui è partito il primo convoglio dei battaglioni ANZAC diretto ai campi di battaglia della Prima Guerra Mondiale? Già, immaginavamo che non avresti risposto. Allora, ripassati la ricca storia e cultura locale con un passeggiata di mezz'ora lungo il Amity Trail.


Giorno 11: alla ricerca dell'orca a Bremer Bay

È il momento della ricreazione. Finita la lezione di storia, salta in auto per raggiungere in due ore Bremer Bay.

La città è stracolma di spiagge con tutti gli annessi e connessi molto divertenti, come il nuoto, il surf, il surf sulla sabbia, lo snorkeling, le immersioni, i giri in quad e in 4x4.

Da luglio a novembre potrai avere l'occasione di incontrare nuovamente i tuoi vecchi amici delfini e balene. Fra febbraio e marzo, il Canyon di Bremer Bay diventa praticamente una discoteca per orche. La adorano.

Se hai dei problemi ad avvistarle tu stesso, allora non fallirai con un'escursione organizzata dalla  Naturaliste Charters. Loro saranno in grado di distinguere fra un'orca, una balenottera, uno squalo balena, un calamaro gigante e masse enormi di uccelli marini.


Giorno 12: ammira il famoso lago rosa

È arrivato il momento, non per la redenzione ma per la speranza, o meglio, per Esperance. Qui è dove il dorato outback incontra l'Oceano antartico con la sua sequela di spiagge dalla sabbia bianca. Ammirerai più colori qui che alle sfilate primaverili, con le acque del turchese più vivido e formazioni rocciose di un granito color ruggine. Con tutta questa natura selvaggia e isole intorno a te, ti troverai proprio al centro della natura.

Ad Esperance troverai anche una delle attrazioni naturali più impressionanti d'Australia. Il Lago Hillier, noto anche come "lago rosa". Ecco, questo DI SICURO metterà un po' di pepe (rosa) al tuo account di Instagram.

Il Lago Hillier è uno dei luoghi dove la natura diventa pazzesca, incredibile, in qualsiasi modo tu voglia vederla, dall'alto o in barca, attraverso il selvaggio arcipelago delle isole Recherche. Cioè, non so se ci siamo spiegati, ma stiamo parlando di un lago rosa acceso. Esatto.

Largo solo 600 metri e a forma di impronta, questa piccola curiosità geografica lascia davvero il segno. Infatti, ringrazierai Madre Natura per giorni per avertelo fatto scoprire.


Giorno 13: canguri in spiaggia

Se cerchi un bel posto per una pennica, prova a campeggiare davanti a una spiaggia immacolata all'interno di uno dei parchi nazionali più idilliaci dell'Australia occidentale. Dista solo un'ora d'auto da Esperance e si chiama Lucky Bay e, forse, è anche il tuo giorno fortunato (scusaci).

All'interno del Cape Le Grande National Park, Lucky Bay è considerata una delle più belle spiagge del paese per la sua purissima sabbia bianca, cristalline acque turchesi e condizioni del mare sicure e affidabili. Praticamente, la spiaggia non è mai nervosetta. Lucky Bay è nota anche per i canguri allo stato brado, quindi, occhio ai marsupiali perché anche loro non disdegnano una pennica in spiaggia.

Quando sei pronto a riallacciarti le tue scarpe da ginnastica, Lucky Bay offre anche degli ottimi sentieri che si snodano attraverso la selvaggia costa, offrendoti la visuale su numerosi isolotti. Invece, da maggio a dicembre, tieni d'occhio le balene mentre migrano da A a B come se per loro fosse un giretto in tangenziale all'ora di punta.

Quando ne hai avuto abbastanza di quest'orgia da Instagram, lasciati Lucky Bay alle spalle e preparati al tuo viaggio di otto ore e mezza verso Perth.

STORIE PIÙ POPOLARI

INFORMAZIONI SUL VISTO