Three Capes Track, Penisola di Tasman

Arrampicati su un promontorio roccioso e rimani in piedi, trionfante, tra le più alte scogliere a picco sul mare dell’emisfero australe. Three Capes Track, Penisola di Tasman
Site Requires Javascript - turn on javascript!

Three Capes Track, Penisola di Tasman

Arrampicati su un promontorio roccioso e rimani in piedi, trionfante, tra le più alte scogliere a picco sul mare dell’emisfero australe. 


I lati dei promontori meridionali della Penisola di Tasman sono pareti rocciose, erose e segnate nel corso di milioni di anni da onde, salsedine, ghiaccio e vento. Si tratta di un territorio incredibile da esplorare e, con l’apertura del tracciato di 46 Km della Three Capes Track, alla fine del 2015, questa parte remota del Tasman National Park è accessibile a chiunque.

Diavolo della Tasmania

Vieni a scoprire la Penisola di Tasman

Questo luogo di grande bellezza e ricco di biodiversità è il territorio tradizionale delle genti Pydairrerme, che qui vissero e cacciarono per migliaia di anni prima dell’arrivo degli europei. Cammina nella landa costiera, in aperta brughiera, tra distese erbose autoctone, boschi di eucalipti e foreste pluviali tipiche di un clima temperato fresco, percorrendo un sentiero nuovo che passa attraverso un paesaggio antico. Osserva quoll tigre, diavoli della Tasmania, vombati e aquile. Le scogliere marine che si incontrano lungo il percorso sono colonne di dolerite prodotte da una tremenda ingerenza geologica risalente al periodo Giurassico. Dalla cima, scruta il mare e il litorale roccioso alla ricerca di foche, delfini, tartarughe e, durante il periodo delle migrazioni, tra maggio e novembre, di megattere e balene franche australi. 

Percorri il nuovo sentiero del capo

 Il sentiero a forma di stetoscopio del Tasmanian Parks e Wildlife è costituito da sezioni aggiornate di quello che originariamente collegava Fortescue Bay, Cape Hauy e Cape Pillar, con nuovi tracciati che raggiungono le strutture ricettive. Ampi sentieri in ghiaia e piattaforme in legno realizzate ad hoc caratterizzano la gran parte di questo sentiero, che così ti lascerà più tempo per dedicare la tua attenzione alla continua mutevolezza dell’ambiente circostante piuttosto che a dove metti i piedi. Le scalinate di pietra realizzate a mano, che conducono ai punti più elevati, costituiscono delle vere e proprie opere d’arte appena intagliate nella roccia. Solo pochi tratti presentano delle ringhiere mentre non esistono recinzioni sui costoni rocciosi, ma solo belvedere naturali.  

Passa la notte in un rifugio nella foresta

 Durante l’escursione, che dura 4 giorni, troverai ogni volta un ranger diverso a darti il benvenuto al tuo arrivo a Surveyors Cove, Munro e Retakunna Creek. Ciascun gruppo di edifici è composto da una grande area riservata alla preparazione del cibo, un dormitorio da 8 posti letto e da altre 10 camere da 4 posti ciascuna, per una capienza giornaliera massima di 48 persone. Per il riscaldamento si utilizzano caldaie a pellet nelle giornate più fredde e, a disposizione degli ospiti, ci sono acqua corrente, sanitari, illuminazione a luce solare, libri, materassini da yoga, sedie confortevoli e, a Munro, perfino una doccia per coloro i quali dovessero fermarsi una notte in più. Ciascun sito è caratterizzato da un tema particolare: Surveyors Cove si contraddistingue per l’originale stile coloniale australiano, Munro per l’atmosfera marinara che vi si respira, mentre il marchio distintivo di Retakunna Creek è dato dall’impronta che i clan aborigeni di tutto lo stato hanno contribuito ad imprimervi. 

Leggi la storia di questa regione

 Scopri ulteriori particolari su questo luogo preziosa della Tasmania sudorientale sui pannelli introduttivi situati lungo il percorso. Queste installazioni artistiche sono posizionate nei pressi dei posti a sedere e invitano al riposo, alla lettura, alla riflessione, alla socializzazione e a fare uno spuntino. Dear Eliza, ad esempio, è una sedia di epoca coloniale esposta alle intemperie che poggia su gambe di ferro, con un cuore incastonato nello schienale e lo sguardo rivolto verso il mare, in direzione dell’ex insediamento penale di Porth Arthr. Tutte le 37 storie sono riportate all’interno della guida “Incontri al limite” (“Encounters on the Edge”). 

Port Arthur Historic Site, Port Arthur, Tasmania

Inizia la tua avventura sulla Penisola di Tasman

L’avventura ha inizio e termine a Port Arthur, a 90 minuti d’auto da Hobart, la capitale dellla Tasmania. I costi per quest’esperienza comprendono un parcheggio e un armadietto, l’accesso al sito storico di Port Arthur, al Pennicott Wilderness Journey e al parco nazionale, 3 pernottamenti, la guida e il trasferimento per il ritorno in autobus da Fortescue Bay a Port Arthur. Il Three Capes Track è aperto tutti i giorni dell’anno e la distanza da percorrere varia dai 4 Km del primo giorno ai 17 del terzo. Anche se è bene essere preparati alle mutevoli condizioni atmosferiche della Tasmania ed è indispensabile portare con sé il cibo necessario per la durata dell’escursione, il tracciato in sé è percorribile da persone dotate di una preparazione fisica normale e animate da una grande curiosità.