Savannah Way, Queensland

Savannah Way, Queensland

Cairns – Ravenshoe – Georgetown – Normanton – Katherine
6 Giorni in auto

Da Cairns attraversate in auto i rigogliosi altipiani tropicali e gli storici giacimenti auriferi del Queensland, fino a raggiungere il remoto golfo di Savannah e il confine con il Territorio del Nord.  Passeggiate nella foresta pluviale dichiarata Patrimonio dell’umanità a Kuranda ed esplorate le campagne attorno a Mareeba, terra di fiorente produzione agricola. Visitate il centenario tempio cinese di Atherton e trascorrete la notte a Ravenshoe, la più alta cittadina del Queensland. Ammirate le Millstream Falls, le cascate più ampie d’Australia, e perdetevi nelle grotte dell’Undara Volcanic National Park, il maggiore complesso lavico del mondo. Cercate l’oro nelle storiche Croydon e Georgetown. Avvistate coccodrilli nelle piane alluvionali attorno a Normantown. Scoprite gole nascoste e pitture rupestri aborigene nel Boodjamulla National Park prima di attraversare il Central Gulf e arrivare nel Territorio del Nord. Da qui la Savannah Way prosegue il suo cammino nel brullo paesaggio dell’outback fino a Katherine e alla città delle perle, Broome, in Australia Occidentale.

Kuranda, QLD
Kuranda, QLD

1° giorno – Da Cairns ad Atherton

Lasciate Cairns, porta di accesso alle isole, le foreste pluviali e la barriera corallina del nord del Queensland.   Fate escursioni a piedi, visitate le Barron Falls e curiosate nei mercati a Kuranda, villaggio della foresta pluviale famoso per le farfalle. Proseguite quindi fino a Mareeba, circondata da frutteti, piantagioni di caffè e campi di canna da zucchero. Passeggiate e avvistate rari uccelli endemici nelle zone umide di Mareeba ed esplorate le formazioni di roccia vulcanica di Granite Gorge. Scoprite le gallerie di arte rupestre aborigena nel Davies Creek National Park o fate un picnic accanto alle pacifiche piscine naturali delle Emerald Creek Falls. Per un’avventura in fuoristrada, percorrete 140 km verso ovest fino alle famose grotte di Chillagoe-Mungana. Oppure oltrepassate il Tolga Scrub, pullulante di fauna selvatica, fino a raggiungere Atherton, nel cuore degli suggestivi altipiani tropicali (Tropical Tablelands). Passeggiate nella foresta pluviale e lungo minuscole cascate per ammirare dalla cima degli altipiani vedute di Halloran’s Hill. Prendete il treno a vapore che vi porterà nell’antica cittadina di Herberton, in passato dedita all’estrazione dello stagno. Fate un picnic a Platypus Park, visitate il secolare tempio cinese e ascoltate la dilettevole cacofonia degli uccelli nella palude di Hasties. 

Millaa Millaa Falls, QLD
Millaa Millaa Falls, QLD

2° giorno – Da Atherton a Georgetown

Scoprite altre pittoresche attrazioni nei dintorni di Atherton. Fate escursioni nella foresta pluviale, nelle piantagioni di pino ed eucalipto della Danbulla State Forest, o pescate il barramundi nel fiume Barron. Raggiungete in auto Malanda, terra dell’industria casearia, per ammirare l’antica Bromfield Swamp e camminare fino alle Malanda Falls. In alternativa, fate una deviazione verso sud per visitare il profondo cratere pieno d’acqua dell’Hypipamee National Park.  Da Ravenshoe, la più alta cittadina del Queensland, potrete raggiungere con una breve camminata nel bush le Tully Falls, che dopo i rovesci della stagione delle piogge si trasformano in un maestoso torrente. Accampatevi, cimentatevi nello sci d’acqua e pescate nella diga di Kombooloomba, poco più a valle. Percorrete in auto il Waterfall Circuit, oltrepassando cascate da cartolina, fino ad arrivare alla caratteristica Millaa Millaa. Dirigetevi alle Millstream Falls, le cascate più ampie d’Australia, e rilassatevi nelle acque minerali terapeutiche delle Innot Hot Springs. Fatevi strada tra grovigli di rampicanti ed enormi alberi di fico nella palude di Wurruma. Da qui fate rotta verso ovest per visitare il complesso lavico più lungo del mondo nell’Undara Volcanic National Park. Cercate gemme preziose sul monte Surprise prima di dirigervi verso l’antico centro aurifero di Georgetown.

Normanton, Savannah Way, QLD
Normanton, QLD

3° giorno – Da Georgetown a Normanton

Cercate l’oro a Georgetown, in passato soprannominata “il giacimento dei poveri”, per via delle pepite prelevabili direttamente dalla superficie.  Oggi, con un permesso e alcuni moderni apparecchi, è ancora possibile recuperare un decoroso bottino di oro e pietre semi-preziose. Ammirate geodi e agate a Forsyth e dirigetevi quindi alla riserva mineraria di Agate Creek per cercare anche voi un’agata dagli esuberanti giochi cromatici. Oltrepassate Cumberland Chimney, gli ultimi resti di un’enorme frantumatrice costruita da operai della Cornovaglia durante la corsa all’oro della regione di Savannah. Fate tappa a Croydon, dove gli edifici tutelati dal National Trust testimoniano il passato della cittadina, storico e importante centro di estrazione aurifera. Visitate il cimitero di Croydon e ammirate le eleganti iscrizioni cinesi incise sui tumuli. Fate una sosta per una nuotata e per avvistare uccelli al lago Belmore, il più vasto bacino di acqua dolce di Savannah. Visitate la storica miniera Golden Gate prima di dirigervi a Normanton, al limitare del golfo di Carpenteria.

Karumba, Savannah Way, QLD
Karumba, QLD

4° giorno – Da Normantown a Burketown

Lanciate l’amo per tentare i barramundi e osservate gli uccelli endemici a Normanton, situata su un’alta cresta sabbiosa, in una cornice di distese erbose a ovest e zone umide a nord. Scattate una foto con Krys, il re di Savannah. Lungo quasi 9 metri, è una replica in dimensioni reali del più grande coccodrillo mai catturato. Visitate lo storico penitenziario e serpeggiate nelle campagne a bordo del treno Gulflander sulla via del ritorno a Croydon.  Esplorate le zone umide tra Normantown e Karumba, terra popolata da coccodrilli estuarini e da un terzo degli uccelli acquatici migratori d’Australia. Fate tappa a Karumba per degustare pesce e gamberi freschi pescati nel fiume Norman. Da qui in poi guiderete per lo più su strade sterrate, in compagnia di imponenti autoarticolati. Fate sosta a Burke e Wills Cairn, il punto più settentrionale della sciagurata spedizione di esploratori del 1861. In alternativa, fate un picnic ai piedi delle Leichhardt Falls. La meta di oggi è Burketown, la più antica cittadina del golfo, sulle rive del fiume Albert.

Lawn Hill NP, Savannah Way, QLD
Lawn Hill NP, QLD

5° giorno – Da Burketown a Borroloola

Mettete alla prova la reputazione di capitale del barramundi della città gettando la lenza nel fiume Albert. Dirigetevi quindi a sud, verso la palude Bluebush, paradiso degli amanti del bird-watching, e Gregory Downs, sul placido fiume Gregory. Andate in canoa e fate escursioni qui o nel Boodjamulla (Lawn Hill) National Park, un’oasi di scarpate di arenaria, vegetazione tropicale, ruscelli verde smeraldo e arte rupestre Waanyi. Seguite il percorso Wild Dog Dreaming, ammirate le vedute panoramiche della catena montuosa dei Constance Range e osservate i coccodrilli d’acqua dolce che si crogiolano al sole. Dirigetevi a ovest attraverso la comunità aborigena di Doomadgee, dove potrete pernottare solo previa autorizzazione.  Altrimenti, fate scorta di provviste e carburante nell’emporio e proseguite il cammino.  Fate tappa a Hells Gate, portale di accesso alla Macassan Coast nel Territorio del Nord, da dove potrete ammirare ottimi panorami delle piane alluvionali e delle scarpate dell’altipiano di Barkly. Pescate nella piscina naturale di Kingfisher Camp e oltrepassate quindi in auto il confine con il Territorio del Nord, giungendo nella comunità di pescatori di Borroloola.

Mataranka, Savannah Way, NT
Mataranka, NT

6° giorno – Da Borroloola a Katherine

Potrete fermarvi un giorno in più e noleggiare una house-boat da King Ash Bay.  Oppure deviate verso sud per esplorare la riserva naturale di Caranbirini, un mosaico di guglie di arenaria punteggiato di siti d’arte aborigena, una piscina naturale e molte specie in via d’ estinzione. Più a sud, oltrepasserete Capo Crawford e i grattacieli di arenaria della “Città perduta”, una delle tre presenti nel Territorio del Nord. Da Borroloola fate rotta verso nord per raggiungere Katherine in un giorno. Pescate un barramundi di prima mattina nel fiume McArthur; guidate quindi fino a Roper Bar, sulle rive ricoperte di pandani del fiume Roper. Fate tappa qui per pescare, rifornirvi di carburante o spezzare il viaggio accampandovi per la notte. Proseguite quindi verso Mataranka, dove potrete rilassarvi e riprendere le forze nelle piscine termali bordate di palme delle Rainbow Springs e Bitter Springs dell’Elsey National Park. Da qui l’asfaltata Stuart Highway vi porterà verso nord fino all’effervescente Katherine, non lontano dalle spettacolari cascate e dalle verdeggianti gole del Nitmiluk National Park. Da Katherine potrete percorrere in auto la Savannah Way fino a Broome, in Australia Occidentale.

Savannah Way at a glance

Savannah Way

 

Altri itinerari suggeriti in Australia