Fatevi conquistare dalla febbre dell’oro a Kalgoorlie

Fatevi conquistare dalla febbre dell’oro a Kalgoorlie

Scoprite campi auriferi e città fantasma, la storia e l’avventura nel cuore del selvaggio west dell’Australia Occidentale (Western Australia).
Se amate i vecchi western vi sentirete come a casa a Kalgoorlie, una delle città con i più grandi giacimenti auriferi dell’Australia Occidentale. I suoi edifici storici, i vivaci pub e persino i bordelli rimangono a testamento degli oltre cento anni di corsa all’oro. 

Kalgoorlie fu fondata ai tempi della corsa all’oro nel 1880, quando gruppi di cercatori si recavano da tutto il paese in questa regione per cercare fortuna. I primi cercatori vissero periodi straordinari ma anche piuttosto duri a causa della mancanza di leggi e delle malattie molto diffuse. Negli anni ’60, la popolazione ha raggiunto i 200.000 abitanti, per la maggior parte cercatori d’oro, guadagnandosi la reputazione di una zona del selvaggio west abitata da banditi e prostitute.     

Oggi industrie minerarie da milioni di dollari hanno sostituito i primi cercatori, ma la storia romantica della corsa all’oro continua negli antichi edifici di Kalgoorlie, nei suoi storici pub e con i suoi simpatici abitanti. In Hannan Street – che prende il nome dall’irlandese Paddy Hannan che trovò l’oro nel 1893 – potrete pernottare presso l’Hannan hotel e persino bere una pinta di birra Hannan. Esplorate un tipico accampamento dove alloggiavano i cercatori d’oro e gli edifici storici presso l’Australian Prospectors and Miners Hall of Fame. Ammirate l’arte aborigena e dei giacimenti auriferi presso il Flying Doctor’s Visitor Centre. Osservate ciò che resta dei sogni dei cercatori d’oro nei cottage abbandonati, nei capanni e nei negozi della città fantasma di Gwalia.   

Se volete esplorare la storia più recente delle miniere d’oro, visitate la vasta Super Pit Mine, che produce circa 800.000 once d’oro ogni anno. Con una lunghezza di 3,5 chilometri e un’ampiezza di 1,5 chilometri, questa miniera ha una profondità pari all’altezza di Uluru ed ha la sua stessa circonferenza. 

Quest’area è anche nota per le sue ricchezze naturali. Esplorate le tranquille foreste di eucalipti, le ampie e vaste pianure, i letti secchi dei laghi, la bassa vegetazione e le distese di spinifex durante una escursione a piedi o in fuoristrada, ma assicuratevi di aver fatto scorta di un po’ di pioneristico spirito d’avventura prima di partire. Oltre a panorami mozzafiato, potrete ammirare varie specie di uccelli e animali tra i quali specie a rischio d’estinzione come il bilby, il chuditch, il fagiano australiano e il dunnart.

Tornati in città, vi sarà difficile resistere agli amichevoli abitanti locali e al loro esuberante spirito tipico dell’Outback. Unitevi alle celebrazioni per la famosa corsa di cavalli, la Boulder to Kalgoorlie Cup. Oppure fate una chiacchierata con uno dei frequentatori dei pub locali. Con un pub a ogni angolo di strada, non vi sarà difficile passare una piacevole serata.

Ai confini della città troverete i veri tesori della zona: avventura, storia della corsa all’oro, paesaggi dell’outback e simpatici abitanti locali.

Altri itinerari suggeriti in Australia